Miscellanea grafica

Loading...

19/03/07

Associazione Onlus Soleterre

Soleterre

Girando sul web, mi sono impattata nell’associazione umanitaria Onlus, Soleterre, che interviene all’estero e in Italia per garantire l’applicazione dei diritti inviolabili degli individui, principalmente dei bambini e delle donne che si trovano in uno stato di povertà assoluta. E fin qui niente di nuovo, ce ne sono tante.

Tra le varie iniziative proposte mi ha colpito la notizia che le Iene hanno voluto conoscere l'impegno di Soleterre all'interno dell'ospedale pediatrico oncologico di Kiev a fianco dei bambini malati di cancro e delle loro famiglie.

Riporto dal sito “Una iena dal cuore grande”

“LE IENE SHOW: un servizio su Chernobyl e i bambini ucraini."

Lunedì 12 febbraio LE IENE, all’interno del programma in onda in prima serata su Italia 1, hanno dedicato un servizio a Chernobyl.
L’inchiesta, a cura dell’inviato Luigi Pelazza e dell’autrice Alessandra Frigo, ha ricordato cosa è successo il 26 aprile 1986 a seguito dell’esplosione del reattore numero 4 della centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina.
Numerose testimonianze hanno permesso di comprendere la realtà attuale, le conseguenze subite dalla popolazione ucraina e lo stato del sarcofago che oggi ricopre i resti del reattore esploso.

Interessantissimo il video che potete visualizzare

Qui: http://www.soleterre.org/dopo aver cliccato su “Guarda il servizio TV” a sinistra del logo delle Iene.

Qui invece potete vedere come intervenire personalmente:

http://www.botteghedelsole.it/botteghe/cat048.htm

Qui:
http://www.soleterre.org/progetti-umanitari/galleria-fotografica.asp?Idprogetto=1
Potete guardare una galleria fotografica a colori o in bianco e nero nonchè la descrizione del progetto.

2 commenti:

Angela ha detto...

Bene, Enza! Ho visionato il video delle Iene e la galleria fotografica dell' associazione Onlus Soleterre. Ci sono, grazie al cielo, tante brave persone che si danno da fare per gli altri. Di certe cose, a proposito di solidarietà, non è possibile parlarne qui nel blog.

enza ha detto...

Ok, ho capito. Un suggerimento indiretto può bastare. Il video l'ho trovato interessante perchè mi pare che di Cernobyl ce ne siamo quasi dimenticati, invece è meglio ricordare dove si può arrivare.