Miscellanea grafica

Loading...

05/03/07

La città di mia madre: Kremenets, oblast di Termopil







Kremenits, Kremenetz, Kremenitz è la dizione ucraina; ( in polacco: Krzemieniec): in altre versioni: Kremenits, Kremenetz, Kremenec e Kremenitz


Oblast è un termine che può significare: regione, provincia, area. In Ucraina vi sono 24 oblast (in ucraino al singolare область, oblast'; al plurale області, oblasti), 1 repubblica autonoma. la Crimea (автономна республіка, avtonomna respublika) e 2 "città a statuto speciale": Kiev e Sebastopoli (al singolare місто зі спеціальним статусом, misto zi spetsial'nym statusom).

































Me lo rivelò mia cugina, che vive a Krivoi Rog, e che si chiama come mia madre e la mia ultima figlia, unica figlia dello zio Orik, quando fu nostra ospite anni fa, in tempi in cui non era ancora iniziato il flusso migratorio delle donne ucraine in Italia. Mia madre, quando arrivò ad Eboli, già sposata a mio padre a Berlino, subito dopo la fine del secondo conflitto mondiale, per semplificare, dette all' ufficio dell' anagrafe il nome di Leopoli come città di nascita (Leopoli in italiano, Lvov in russo, Lemberg in tedesco, Lviv in ucraino è la città capoluogo dell' Ucraina occidentale, città cosmopolita per eccellenza, bellissima) che dista 120 km da Kremenets. Ed allora, eccomi a cercare qualcosa su Kremenets . Questa città sorge nella regione transcarpatica: ha un paesaggio diverso dal tipico paesaggio ucraino delle terre nere dell' area centro-meridionale.
Ho avuto così anche la conferma che l' etimologia del nome "Ucraina", di origine polacca, che significa "regione di confine", calza perfettamente a Kremenets, città ucraina posta al confine di vari Stati ed etnie; Polonia, Slovacchia, Ucraina. Di qui il rafforzarsi del mio sentimento cosmopolita che credo si percepisca anche qui: pur diffondendo la conoscenza del Paese di mia madre, infatti, non mi sento contro nessuno.
Mi viene da pensare alla frase che mia madre mi disse prima di morire: "Nessuno ha colpa!!"
Io la interpreto, non come una generica assoluzione, ma come un invito, come un messaggio di pace e di perdono, rivolto a tutti.
Il motto dell' Ucraina è: libertà, unione, bontà.
A me sembra singolare soprattutto l' ultima parola. Che gli Ucraini, popolo dalla storia travagliata, sempre dominato di volta in volta dai vicini Polacchi e Russi, se lo ricordino, per non fare gli stessi errori di quelli che li hanno fatti tanto soffrire.




(Per saperne di più sulla regione, in lingua ucraina: http://www.tspu.edu.ua/php1/head.php )






1 commento:

Angela ha detto...

Chiedo ai visitatori ucraini della regione di Kremenec se hanno notizie da darmi sulla famiglia di mia madre (Michail Ievciuk, pronuncia in italiano) La mia mail è nel gruppo di UCRAINA: solidarietà, cultura e informazioni, nei links del blog). Grazie!!